Un nuovo amico per il casale in Toscana: la Cornacchia Grigia

cornacchia grigia domestica in  ToscanaUn mese sotto un cipresso al bordo della stradina che porta al nostro casale in Toscana, ho trovato una piccola cornacchia grigia che era caduta dal nido. Si è lasciata prendere senza problemi anche se i genitori hanno iniziato a mostrare il loro disappunto urlando in modo incredibile e volando in picchiata verso di me, essendo il cipresso a soli 100 metri dal casale ho messo la cornacchia su un trespolo, poi ho visto che non gli piaceva è l’ho messa su una catasta di legna e li è rimasta fino a quando non ha iniziato a fare i primi voli. Per il mangiare non ci sono stati problemi, gli davo la pappa dei gatti oppure compravo frattaglie o prendevo qualsiasi tipo di insetto. Dopo due settimane ha iniziato a volare ed ora  quando ha voglia ritorna presso il nostro casale per salutarci…poi ci segue….insomma una cornacchia libera di andare dove vuole ma anche un pò domestica…..Guardando su internet ho infatti visto che questi rapaci assieme alle taccole sono animali intelligentissimi e facilissimi da allevare. Io per scelta non ho voluto che si abituasse troppo a noi per permetterle un inserimento totale con i suoi simili e fortunatamente questo sembra essere avvenuto

Questa voce è stata pubblicata in Foto Toscana, Villa Toscana news e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un nuovo amico per il casale in Toscana: la Cornacchia Grigia

  1. Marco scrive:

    Ciao, che forte, che bell’esperienza.
    Mi piacerebbe moltissimo aver avuto un’esperienza come questa.
    Ho anche io forse avrò la possibilità un giorno vivendo in zone simili durante certe fasi dell’anno. In che periodo ti è successo ? Marzo ? Agosto ?

    La cornacchia è un animale speciale. Che tu ti appassioni o meno alla magia (magia sono le cose che non conosciamo, per fartela breve, un tempo magia era religione, scienza … e altro, mentre oggi le chiamiamo così e non più magia) della natura, leggere questo trafiletto di cui non conosco la fonte e purtroppo nemmeno l’attendibilità, dovresti aver piacere a leggerlo comunque.

    http://www.indianiamericani.it/animali_totem/significato.go/44/la-cornacchia.html

    Grazie per l’articolo, ci sono arrivato mentre cercavo delle immagini sul motore di ricerca che uso, sulle cornacchie. Mi piacerebbe allevare delle cornacchie cosi che una non possa rimanere sola, ma sono molto d’accordo con ciò che sostieni riguardo a non “costringerla” ad abbandonare il suo mondo, addomesticandola (al nostro).

    m.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>